Archivi tag: L’uomo di febbraio

Ipnosi regressiva neo-ericksoniana

incontro

Ipnosi regressiva neo-ericksoniana: le risorse di ieri per arrivare a domani

Il questo studio viene riproposto alla persona l’incontro di un proprio Sé precedente, quale il proprio Sé bambino, o quello precedente l’insorgenza di un disagio o di un eventuale trauma. Lo scopo è quello di recuperare le risorse individuali per promuovere il cambiamento desiderato, riproponendo momenti di vita importanti per la persona.

La psicoterapia con ipnosi promuove l’apprendimento di un Sé contestualizzato in modo preciso ad una situazione del passato del soggetto accogliendo l’occasione della dalla trance ipnotica.
In questo caso la metafora emozionale è mirata, vengono forniti dall’Io i tempi e i mezzi per modificare le circostanze esteriori, in modo che si possano creare situazioni future potenzialmente soddisfacenti ai desideri del paziente.

Milton Erickson ne L’uomo di Febbraio ci suggerisce la potenzialità evocativa della metafora dell’incontro e G. Mosconi la ripropone nella metafora dell’incontro sul sentiero.

Lo spunto proposto ai soggetti è quello di vedersi modificati e di modificarsi secondo il proprio desiderio. Il Sé attuale fornisce un’occasione di riflessione al Sé passato, dando a quest’ultimo la possibilità di costruire una nuova cornice di senso al proprio comportamento di allora. Il Sé attuale, cambiando prospettiva, può rileggere il passato sotto una nuova luce, e conseguentemente orientarsi al futuro in un nuovo modo.

… fornendo nuove soluzioni a vecchi problemi… oppure fornendo vecchie e collaudate soluzioni a nuovi problemi… oppure nuove soluzioni a nuovi problemi…. … e tutto quello che sai che il tuo inconscio può fare per te… e ora il tempo non esiste… i ricordi… il passato…il presente.. e sei in quel luogo poco pria di quel momento, proprio quello… e ora il tempo e lo spazio hanno un valore diverso…

Le induzioni si sono rivelate di sicuro aiuto nelle varie situazioni contribuendo in modo sostanziale alla ricostruzione di un Io solido attraverso attivazioni emotive importanti di dolore e di commozione nei casi di stress post traumatico, licenziamento, amore irraggiungibile e lutto.

Bibliografia:

Marco E. Trevisan, Psicologo, Psicoterapeuta AMISI
M. Erickson, L’Uomo di Febbraio, Astrolabio, Roma, 1992.
Mosconi G. Ipnosi neo-ericksoniana: la psicoterapia e il training ipnotico, Franco Angeli Milano, 2008.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: